Seguimi su Facebook
News Notizie dal mondo

USA, il complotto contro Benedetto XVI: “Obama lo ricattò per farlo dimettere”

L’accusa mossa dai tradizionalisti cattolici americani all’amministrazione di Barack Obama, se mai sarà confermata, potrebbe avere delle ripercussioni gravissime a livello internazionale e causerebbe un vero e proprio terremoto all’interno della Chiesa: secondo gli ultracristiani, infatti, l’ex presidente degli Stati Uniti lavorò segretamente per costringere alle dimissioni Papa Benedetto XVI. Il motivo alla base di un’operazione di questo tipo stava nella volontà di Obama di avere un pontefice più aperto e disponibile alle politiche globaliste, di sinistra e favorevoli all’immigrazione portate avanti a fino a pochi mesi fa dagli USA. L’ex inquilino della Casa Bianca avrebbe addirittura ricattato finanziariamente l’intero Vaticano, sospendendo le transazioni monetarie. Non solo: l’NSA avrebbe spiato il conclave che portò all’elezione di Bergoglio, che sarebbe stata la persona indicata da Obama per il nuovo pontificato.

Vere o no che siano queste accuse, i tradizionalisti cattolici hanno chiesto pubblicamente al nuovo presidente, Donald Trump, attraverso una lettera apparsa sulla rivista “The Renmant“, di fare chiarezza su ciò che davvero accadde nei giorni delle dimissioni di Benedetto XVI. Vedremo se il tycoon vorrà percorrere davvero questa strada.

FONTE: www.ilgiornale.it

Lascia un commento